Bestie leggendarie e perigliose…

Dopo il gufo con gli occhiali di Gianni Morandi e il mitico Gatto con Gli Stivali di Perrault, a pari passo con l’incedere dell’inverno sta per ritornare tutto quel tripudio di bestioline e bestialità che ogni volta mi piace tanto commentare  (peraltro con acidità riservabile solo alle peggiori post-cene da rosticceria cinese) ovunque io sia.  Stasera sono davanti al pc, e tant’è, ecco che le mie critiche le indirizzo a voi.

Esattamente! A voi, squilibrati che comprate la cravatta e il papillon al Piccolocèsare perchè “così è elegante” trascurando l’ignobile fatto che il Piccolocèsare sia un West Highland White Terrier di dodici anni ormai perennemente sintonizzato sull’umore di Giovanni Pascoli nei momenti peggiori.

Mi rivolgo anche a voi, pazzi mitomani che abbigliate il Rottweiler col pullover a righe gialle e verdi perchè l’Hockey stasera gioca in casa.

E a voi, assurdi genialoidi che inguainate il Pincher in una tutina in latex color rosa caramella salvo poi lamentarvi di quello strano cigolìo che sentite ogni volta che la suddetta bestiolina passa in zona: sono i suoi giganteschi, enormi coglioni ormai strizzati in quell’orrore e costretti all’implosione cosmica data l’incazzatura perenne che il colore, la sostanza, la forma dell’abbiglio gli provoca ogni volta.

Punto ovviamente il dito anche su chi certe minchiate le produce, senza vergogna alcuna.

Il sito web di cui non dirò il nome (perchè ormai sinceramente siete un po’ troppi a leggere… da un lato la cosa mi esalta terribilmente, dall’altro mi procura quel certo non so che di prurito alle mani che mi fa puntare dritto dritto alla querela…) vende urlando a pieni polmoni digitali “ACCAPPATOI per CANI” ma anche “GIOIELLI e BIJOUX per cagnoline chic” e ancora “ABBIGLIAMENTO SPOSA E SPOSO”.

Sposa e sposo. Con la coda, si intende.

Esiste di peggio.

Alcuni debosciati londinesi, produttori di favolosi smalti per le unghie, hanno messo in commercio una linea appositamente dedicata ai nostri “amici a quattro zampe” – che, per l’appunto, fan pure guadagnare di piu’: non 10, ma 20 unghiette arcuate e scintillanti pronte ad indossare i cangianti e fosforescenti colori della gamma per cani.

Mioddìo. Vorrei fermarmi qui, ma non posso.

Un pollice verso anche a chi vende, proprio in questi giorni, COSTUMI DI HALLOWEEN (ma anche di Carnevale) per cani.

Sostanzialmente, avete in casa un Pitbull da paura e lo volete vestire da pagliaccio? Comprategli il fantastico collarino fatto di zucchette imbottite di ovatta e attaccategli un sonaglino alla coda. Poi, agitategli davanti uno dei suoi giocattoli e fate il gesto di buttarlo nei rifiuti: vedrete che shock, la povera bestia. Ma volete mettere l’effetto realistico della schiuma alla bocca??

Ancora una volta la vera rivelazione, al di là dei costumi da babbeo e dei cosmetici da rincoglionito, arriva in fondo a tutta la storia: la vera bestia è chi pensa che un cane (ma anche un gatto o un cincillà, o quel che volete) abbia bisogno di queste cose.

E non ci arriva, non ci si avvicina nemmeno, al concetto di “essenza” o di “dignità” che è proprietà esclusiva e imprescindibile anche (e soprattutto!) di chi ha una coda.

Chiudo, signori, per stasera mi basta. Ho paura che – navigando più a fondo – potrei incappare in qualche pornoshop per cani e gatti!

ma andate.jpg

(a proposito, a voi merde : ma l’avete vista l’espressione di questo bassotto???

Andatevene affanculo.)

 

(stasera sono storta cosi’, pazientate)

 


Bestie leggendarie e perigliose…ultima modifica: 2010-10-13T21:59:39+00:00da talysla
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento