Lo chiameremo Rvzdstrpekkekoppì.

  Dopo qualche anno trascorso sui forum di gravidanza di mezzo mondo credi di averle sentite tutte. Ho sentito di gente che cura il mal di pancia del figlio con le pere marce, o che crede che un giro sul tram a mezzanotte e mezza del terzo lunedi di luna piena dell’anno possa aiutare a scacciare il malocchio, o che … Continua a leggere

Le cose che ho imparato grazie a mio figlio.

Per Angelo, che mi ha insegnato cos’è la forza. Le cose che ho imparato grazie a mio figlio. Ho imparato che c’e’ un’intera parte di mondo composta da mamme e papà che non dormono di notte. Ho imparato che c’è un’intera parte di mondo composta da mamme e papà che non dormono neanche di giorno. Ho imparato che -salvo casi … Continua a leggere

Tuo figlio.

Il bambino è nato. Tuo figlio. Tu, padre orgoglioso e fiero, gongoli soddisfatto ad ogni suo gorgheggio. Ogni aggancio sull’auto del seggiolino porta enfant ti riempie di senso del dovere. La cetacea ha partorito da tre settimane, il suo aspetto sta lentamente tornando alla normalità,anche se l’altra sera – sul divano- alla sua difficoltà improvvisa nell’alzarsi da sedere e nel … Continua a leggere

Il BOX delle meraviglie…

Credevo che certi oggetti nascessero per i bambini… Invece, guardo le descrizioni di alcuni di questi prodotti e rabbrividisco… Il box “So Funny” di Prenatal, per esempio, viene descritto cosi’: – Rivestimento imbottito in plastica atossica RESISTENTE AI MORSI… – Fondo RINFORZATO ANTI-SFONDAMENTO… … … … Credevo di doverci mettere dentro un figlio, non un dobermann…..

Maledetto multi-tasking…

Meno di 4 settimane all’arrivo di mio figlio… Gli ormoni, come spaventati ciclidi di mare, si aggrappano alle mie pareti senza lasciarmi sosta: faccio cose, vedo gente e ascolto idee. Non ne ricordo una. Vitanera mi avrà parlato del suo lavoro almeno otto volte dicendomi le stesse cose. Lavora solo al mattino fino a luglio. Io lo chiamo alle 11, … Continua a leggere

Questione di mutande.

Sei mesi di gravidanza. Arrivati a questo punto, chiaramente non si torna indietro. E la pancia, signori, la pancia è quella che più spinge in avanti.  Un bel mattino ti svegli, fai per grattarti l’ombelico e ti accorgi che… è scomparso. Volatilizzato. Ridotto ad un mero fantasma che un tempo  ti ricordavi aleggiare a pochi centimetri dalla vita dei jeans. … Continua a leggere

Questione di mutande.

Sei mesi di gravidanza. Arrivati a questo punto, chiaramente non si torna indietro. E la pancia, signori, la pancia è quella che più spinge in avanti. Un bel mattino ti svegli, fai per grattarti l’ombelico e ti accorgi che… è scomparso. Volatilizzato. Ridotto ad un mero fantasma che un tempo ti ricordavi aleggiare a pochi centimetri dalla vita dei jeans. … Continua a leggere